Timeline

Accedi alla Timeline

 

Nel Codice Pelavicino sono attestati molti eventi: non solo quelli oggetto dei singoli documenti, ma anche altre vicende interne, menzionate nel corpo del testo o ricavabili dalla parte finale (escatocollo) dei singoli atti.  Al fine di consentirne la visione abbiamo realizzato questa timeline, che si aggiunge, come strumento di consultazione, all’indice cronologico già disponibile su nell’edizione vera e propria su EVT.

La timeline del Codice Pelavicino è stata realizzata utilizzando TimelineJS (http://timeline.knightlab.com/), uno strumento open source che consente di sviluppare timeline ricche di contenuti e interattive, sviluppato dal Northwestern University Knight Lab.
Grazie a questo strumento è stato possibile realizzare una servizio che rispondesse a tutti i requisiti richiesti:

  • rappresentazione di tutti gli eventi del Codice, sia quelli relativi alle date di redazione, sia quelli relativi a eventi interni, mundum e autentiche;
  • distinzione tra le diverse tipologie di evento;
  • rappresentazione sia delle date puntuali, sia degli archi di tempo;
  • inserimento del regesto o della descrizione dell’evento per ognuno di essi;
  • collegamento con l’edizione digitale.

Per realizzarla è stato scritto un programma jQuery che naviga i documenti XML del Codice, estrae le informazioni di interesse sfruttandone la codifica e le utilizza per costruire un oggetto JSON , secondo la documentazione fornita dalla libreria stessa (http://timeline.knightlab.com/docs/json-format.html).
Per rendere disponibili tutti i documenti XML nel programma è stata sfruttata la tecnologia XInclude: grazie a un programma PHP, tutti i singoli documenti sono stati integrati nel file “master” in modo da ottenere un unico documento XML, caricato nel programma jQuery grazie ad una chiamata Ajax.
Per ogni singolo documento vengono estratte le informazioni relative a:

  • numerazione originale e nuova;
  • data (o date) di redazione;
  • luogo di redazione;
  • regesto.

E’ stato inoltre realizzato il collegamento con l’immagine facsimile della prima pagina del documento, sfruttando la numerazione dei folii riportata nei documenti stessi e quindi attuato il collegamento con il documento nell’edizione digitale su EVT.
Se un documento presenta più date di redazione, ciascuna di queste conta come un “evento” e viene così inserita nella timeline.
Il programma verifica anche se sono presenti parti di autentica, di mundum o eventi interni. In caso di esito positivo, per ciascuno di questi elementi viene creato un “evento” che riporta le seguenti informazioni:

  • numerazione originale e nuova del documento;
  • la data associata all’evento;
  • descrizione o regestino o titolo dell’evento;
  • la prima pagina del documento;
  • collegamento con il documento da cui è stato estratto l’evento in EVT.

I file XML e le immagini facsimili sono le stesse utilizzate dal software EVT per costruire l’edizione digitale e vengono caricate dalle stesse cartelle. Questo garantisce l’aggiornamento automatico: per ogni nuovo documento caricato nell’edizione digitale, questo e i suoi eventuali eventi interni compariranno anche nella timeline, senza bisogno di alcun intervento manuale. Il codice jQuery, inoltre, prevede dei controlli che garantiscono la costruzione della timeline anche nel caso in cui un documento presenti un errore nella codifica: in questo caso, se un evento non è marcato nel modo corretto, verrà ignorato e non comparirà nella timeline, la quale sarà comunque operativa.


 

Come si cita questa pagina:

C. De Martin, Timeline  <http://pelavicino.labcd.unipi.it/materiali/timeline/>, in Codice Pelavicino. Edizione digitale, a cura di E. Salvatori, E. Riccardini, L. Balletto, R. Rosselli del Turco, C. Alzetta, C. Di Pietro, C. Mannari, R. Masotti, A. Miaschi, 2014, ISBN 978-88-902289-0-2; DOI 10.13131/978-88-902289-0-2 [consultato in AAAA/MM/GG]